archivio

MITI E LEGGENDE IN INDONESIA   

ottobre 2017
L’Indonesia è un luogo dove l’anima respira.
 Miti, leggende, religioni diverse, natura rigogliosa, musica e  arte sono una tavolozza di emozioni che dimostrano quanto la semplicità sia fondamentale per vivere bene. L’Indonesia manifesta un profondo senso mistico, in cui sono  presenti il culto degli antenati e la magia. – Il motto nazionale “BHINNEKA TUNGGAL IKA” significa “UNITI NELLA DIVERSITA”.

     Il teatro è una forma di espressione ancora molto importante in questo paese, così come la musica tradizionale e le coloratissime maschere dei loro spiriti e dei.
    Abbiamo avuto l’opportunità di conoscere uno di questi “spiriti/dei” il giorno stesso dell’inaugurazione della 28° Conferenza Mondiale dell’AISG a Bali, presso il salone delle conferenze. (Ad essere sinceri non avevamo capito chi fosse questo personaggio vestito di bianco, con una maschera molto particolare sul volto, che saltava a ballava a velocità incredibile).
   In seguito abbiamo appreso che il suo nome era  HANOMAN, la scimmia bianca figlia del dio del Vento, capo militare di un esercito di scimmie.  Nell’induismo è il Dio/Scimmia, simbolo della devozione, del coraggio, della fedeltà e della lealtà.
                  
     Lo stesso personaggio l’abbiamo rivisto durante lo spettacolo “La danza delle scimmie - Kecak” proposta dal comitato organizzatore della Conferenza presso il tempio di Uluwatu, nella penisola di Butik. Questa rappresentazione della storia di RAMAYANA si avvale di un centinaio di ballerini che al grido di “Kecak/Kecak” circondano i personaggi del romanzo epico: il re Rama e sua moglie Sita, il cattivo re dei demoni Meganada, il principe Laksamana,  facendo  da coreografia e da orchestra. Il tutto è stato molto suggestivo perché rappresentato la sera al tramonto, in riva al mare …..però dopo più di un’ora e mezza   non ne potevamo quasi  più di ascoltare quelle urla e quei lamenti mormorati.  Bravi i ballerini, splendidi i costumi, e il dio/scimmia Hanoman incredibilmente atletico mentre danzava dentro al fuoco!

     Alcuni di noi hanno anche assistito a  Yogyakarta,  presso il teatro di Purawisata, allo stesso spettacolo “La storia di Ramayana” rappresentata però sotto forma di danza classica, dove l’esercito delle scimmie era formato  da bambini (figli degli attori principali) . Anche in questa esibizione   il  dio/scimmia Hanoman ha  danzato con grande abilità, e il momento della purificazione  è stato in questa occasione  molto coinvolgente grazie alla presenza del dio del fuoco Brahma. Alla fine della storia  il bene trionfa sempre  sul male, e dopo aver vissuto molte avventure magiche e spirituali il re Rama può tornare a vivere nel suo palazzo con la bella moglie Sita per tutti gli anni a venire.
      Assistere a questi spettacoli ci ha resi consapevoli della grande importanza che il popolo indonesiano attribuisce alla vita extra-terrena e al rispetto degli dei.
   
      Un viaggio che nessuno di noi potrà mai dimenticare!            

Paola Asiatici Pastorello

Comunità A. Nale