archivio

LA LUCE DI BETLEMME E’ SIMBOLO DI PACE

 

Nella Chiesa della Natività a Betlemme vi è una lampada ad olio che arde  perennemente da moltissimi secoli, alimentata dall’olio donato a turno da tutte le Nazioni cristiane della terra.
     L’idea di portare in Europa la “LUCE DELLA PACE” è nata nel 1986 in seguito ad una iniziativa natalizia di beneficenza organizzata dalla radio-televisione di Linz, in Austria.  - Gli scout austriaci decidono subito di cooperare alla distribuzione di questa fiamma mettendo così in pratica uno dei punti chiave dello scoutismo: l’amore per il prossimo espresso nella “Buona Azione quotidiana”.
     La Luce di Betlemme arriva in Italia nel Natale del 1994 grazie ad un comitato di varie associazioni scout che va a prenderla con un furgone a Vienna e la porta a Trieste, dove viene diffusa alle regioni limitrofe.
     Nel 1996 avviene la prima distribuzione a livello nazionale utilizzando il mezzo ferroviario. Grazie alla collaborazione di Trenitalia (prima su due linee, poi su cinque, adesso su tre) vari gruppi scout partono da Trieste e la distribuiscono lungo lo stivale arrivando fino a Lecce – in Calabria e poi in Sicilia fino a Palermo -   in Sardegna fino a Cagliari.
       La Luce della Pace è arrivata  ad Aosta, per la prima volta, nel 2002: promotori dell’iniziativa sono stati gli Adulti Scout del MASCI di Aosta che sono andati ad accoglierla alla stazione di  Torino e l’hanno  portata  presso la Parrocchia di Sant’Anselmo. Per 4 anni il treno proveniente da Trieste  è arrivato direttamente alla stazione di Aosta, ma da parecchia anni la Luce viene accesa da alcuni Adulti Scout della Comunità di Villeneuve alla stazione di Santhià, prima che il treno prosegua  per Torino e poi per Genova, imbarcandosi per Olbia.
       Ogni anno si cerca di portarla in varie parrocchie della nostra Valle e in luoghi diversi: quest’anno è stata la volta dell’ospedale “Parini di Aosta”, dopo essere stata negli anni  precedenti  accolta nei monasteri di Quart e di St-Oyen, alla Casa Circondariale di Brissogne, alle Case di Riposo J.B. Festaz e Père Laurent, all’Oratorio Don Bosco di Aosta e al Cottolengo di Saint-Vincent.
       Fino al 5 gennaio questa Luce  è rimasta accesa nella  Parrocchia di  S. Anselmo a disposizione di tutte le persone che  hanno  desiderano portare questa fiammella nelle proprie case per essere in modo visibile
“PORTATORI DI LUCE E COSTRUTTORI DI PACE”

Paola Asiatici

Comunità S.Anselmo

Comunità A. Nale